user_mobilelogo
aquilotti-grosseto-02 aquilotti-grosseto-04 aquilotti-grosseto-05 aquilotti-grosseto-13 esordienti-pescara-08 esordienti-pescara-09

Il minibasket - La storia

Il minibasket fu ideato nel 1950 dal Prof. Jay Archer, insegnante di educazione fisica di Chanton, nello stato di NewYork. Data la sua semplicità il "biddy-basketball" si espanse subito in tutte le scuole americane, successivamente in Canada, Porto Rico, Messico ed in moltissimi altri stati. Arrivò in Europa nel 1964 e precisamente in Spagna grazie ad Anselmo López; approdò in Italia agli inzizi del 1965 grazue ad Emilio Tricerri. "Fonte Wikipedia"

Il percorso è stato lungo, è passato attraverso svolte radicali, e oggi il Minibasket, in Italia, non è altro che la proposta di gioco educativo che la F.I.P. rivolge ai bambini dai 5 agli 11 anni, e che ha le sue radici nella cultura e nella pratica della pallacanestro giovanile. Da non confondere o immaginare come una riduzione in scala del basket per adulti, ma un giocosport nel quale il bambino viene posto al centro di ogni proposta, azione, riferimento e riflessione che caratterizzano tale progetto educativo.

Il Minibasket è un mezzo finalizzato allo sviluppo di una sana attività motoria di base

Che sviluppi le qualità coordinative e che sia stimolante, creative di educazione motoria, sportiva e sociale. I fondamentali cestistici vengono destrutturati ed insegnati sotto forma di gioco, le regole sono presentate progressivamente ed il regolamento si apprende giocando. In alcuni casi può essere opportuno reinventarsi anche le regole per rendere più fruibile il gioco Easybasket.

I protagonisti del gioco sono le bambine e i bambini, che attraverso questa attività hanno la possibilità di conoscere il proprio corpo, lo spazio, il tempo, la palla, le regole, i compagni e gli avversari e di esercitare la propria creatività e fantasia motoria.

Il Minibasket costituisce un’attività motoria divertente, compensativa e competitiva, dove l’agonismo non trova spazio, se non come un momento di confronto e non deve essere inteso come “vittoria a tutti i costi".

Giocando a Minibasket il bambino accresce la capacità di attenzione e di concentrazione

Il bambino si prepara a giocare con gli altri compagni, socializza, comunica, misura le proprie capacità, si controlla, si migliora, educa le sue capacità senso-percettive, gli schemi motori e posturali, le capacità e le abilità motorie e si diverte giocando liberamente.

in realtà è molto difficile raccontare a parole cos’è davvero il minibasket, ma è più facile invece apprezzare questo entusiasmante giocosport nelle ore di lezione dedicate ai piccoli atleti in palestra. E’ questo l’invito che noi facciamo: passate in palestra a vedere il minibasket “dal vivo”. Verrete sicuramente contagiati.